Cani zero waste: consigli pratici e prodotti approvati da Mila.

Categorie Blog, Consigli Zero Waste

Ciao sono Mila. Probabilmente mi hai già vista su questo profilo e oggi ho deciso di prendere la parola per raccontarti il mio stile di vita di cane zero waste ed ispirare tutti gli amici pelosi a fare scelte più green. Già, perché anche noi cagnolini possiamo ridurre la nostra ecological paw-print (o zampa ecologica) anche se viviamo in città con i nostri umani e abbiamo poco spazio verde a disposizione. Non credi? Essere cani zero waste non è facile, ma ci sono delle piccole accortezze utili per iniziare.

Condividili con tutti i tuoi amici con l’hastag #ZampaEcologica!

La pappa

Come tutti i cagnolini, ho un pancino molto delicato e il veterinario mi ha sconsigliato il cibo fatto in casa, che a me sembrava l’alternativa migliore per un cane zero waste. Anche se spero sempre di ricevere un assaggino dal piatto dei miei umani, mangio solo crocchette di qualità. Le preferisco in confezione da 12 kg: un solo pacco dura circa un mese e mezzo e la confezione è totalmente riciclabile nella plastica.

“Sapore di selvaggio”

Inoltre, il veterinario mi ha detto che per noi cagnolini è molto difficile essere vegani e restare in salute, quindi le mie crocchette contengono carne. Però è possibile ridurne l’uso, alternando alle crocchette a base di carne le crocchette vegetariane o vegane che si trovano facilmente su Zooplus (che è tipo l’Amazon degli animali domestici).

Mi raccomando, se decidi di intraprendere questo percorso, fatti sempre visitare prima dal veterinario e consigliare da lui. Sì, lo so che il veterinario non piace a nessuno, però è importante farsi monitorare per restare in salute. Non ci si improvvisa cani vegani.

Meritati premietti, per cani zero waste

Adoro imparare nuovi giochi, soprattutto perché ogni volta che sono brava ricevo un premietto e, si sa, io sono bravissima e me li merito tutti. La mia umana ha trovato diversi premietti puzzosissimi (i miei preferiti!) che purtroppo vengono venduti in confezioni spesso non riciclabili.

Per variare ed usarne meno, ricorre a biscottini venduti in cartone o sfusi, che noi troviamo da MaxiZoo, a mio avviso il miglior negozio per animali zero waste. Ogni tanto prova anche qualche ricetta di biscotti per cani da fare in casa, ma finora non mi sono piaciuti molto. Se troverà la ricetta giusta, le dirò di condividerla con te.

Una ulteriore alternativa ecologica sono pezzetti di frutta e verdura. Mi raccomando, controlla sempre che non siano tossici prima di mangiarli. Per noi cani, infatti, non tutti i tipi di frutta e verdura sono indicati. In estate io li adoro anche surgelati, per quel tocco di freschezza in più! I miei preferiti sono: mela, anguria, banana, carota, zucchine e cetrioli. Ricorda però che vanno mangiati con moderazione, per evitare mal di pancia!

Giochi ecologici per cani

Anche se la mia attività preferita è stare sdraiata sul balcone a guardare i passanti, non disdegno qualche momento di divertimento con i miei amici animali e umani. I miei giochi preferiti sono i legnetti, le corde di juta o canapa e qualunque oggetto che faccia dire ai miei umani “lascia”. Vedessi come si arrabbiano quando raccolgo oggetti da terra e glieli nascondo. Sono troppo forte a questo gioco e loro non sanno perdere.

Comunque non mi interessa molto se un gioco sia nuovo o vecchio, l’importante è che stimoli la mia curiosità. Da cucciola ho ricevuto anche giochi usati da altri pelosetti, ormai adulti. Tra i miei preferiti per giocare in casa ci sono i masticabili della marca Kong in gomma naturale. Sono i migliori giochi ecologici per cani, molto versatili e resistenti, ci si può giocare in tanti modi e hanno resistito ai miei tentativi di distruzione per più di un anno e sono ancora intatti. Inoltre, a differenza dei legnetti, non sporcano casa (o quasi). Secondo me sono il top dello zero waste per cani.

Sacchetti per la popò biodegradabili

Il popò-shaming deve finire! Per noi cagnolini fare la popò è una necessità, non un lusso. Sono stanca di vedere umani arricciare il naso e lasciare la nostra popò in giro per le strade o nei parchi perché “concima”. A prescindere dalla veridicità di questa affermazione, noi cani zero waste amiamo camminare su strade e prati puliti, senza rischiare di prendere malattie come la giardia (che colpisce soprattutto i più piccini) perché qualche umano incivile ha deciso che il free-pooping è una scelta di libertà. La popò libera fatela nel giardino di casa vostra, dove devono passare tanti cani di età e necessità diverse, deve passare prima il rispetto.

Per fortuna la mia umana la raccoglie sempre e ha trovato dei sacchettini biodegradabili che sono una meraviglia. Sono fatti in amido di mais e il cilindro interno è in cartone, si può buttare nella raccolta differenziata della carta. Una confezione ne contiene 360 e durano circa sei mesi. A differenza dei sacchettini classici in plastica, con rotolo interno in plastica, rispettano molto di più l’ambiente.

Per sicurezza, la mia umana porta sempre in borsetta un sacchetto della spesa biodegradabile, nel caso dovesse succedere di rimanere improvvisamente senza sacchettino igienico.

Cucce, trasportini e altri accessori

La moda per cani è la mia passione, ma se devo scegliere preferisco la qualità alla quantità. Purtroppo la fast-fashion colpisce anche noi, proponendo ai nostri padroni cucce, trasportini, guinzagli, collari, medagliette ed altri accessori a basso costo e scarsa qualità, prodotti chissà dove con materiali sconosciuti.

In questo caso, io mi fido dei negozi per animali specializzati e, dove posso, preferisco l’usato o il riciclo. Anzi, io stessa ho messo in vendita sulla #EcoBacheca di giugno il mio trasportino di quando ero cucciola perché ormai non mi ci entrava neanche una zampa. Grazie alla ecoBacheca, ora è il mezzo di trasporto di due simpatiche tartarughine!

Per quanto riguarda la mia cuccia, prima avevo il vecchio cuscino riciclato da un pouf, ma crescendo ho scoperto un altro livello di comodità. W il divano!

Beauty per cani zero waste

Alla mia igiene personale ci tengo tantissimo. Per questo motivo ho iniziato già da piccolissima ad interessarmi al beauty. Noi cagnolini abbiamo bisogni di pochi “essentials” per la cura personale.

Shampoo solido

Di shampoo solidi per cani se ne trovano diversi in commercio, ma fai attenzione che siano specifici per cani e soprattutto adeguati alla tua tipologia di pelo. Se non fai il bagnetto in casa e preferisci un lavaggio professionale, puoi chiedere al toelettatore di usare il tuo.
Janis, la mia amica pugliese che collabora con Ecorisparmiare, ha provato quella di Zero Waste Path Shop e presto ne farà una recensione qui sul blog. Continua a seguire Ecorisparmiare.it per non perdertela!

Spazzole, cardatori e altri aggeggi di tortura

Non ti piacerà sentirtelo dire, ma farsi spazzolare è necessario per mantenere il pelo pulito, lucido e morbido. Ogni cane zero waste dovrebbe avere la spazzola adeguata al proprio pelo, l’importante è che sia resistente alle spazzolate frequenti. Da cucciola ne avevo una in legno, ma non era adatta al mio pelo, era poco resistente e quindi l’ho sbranata.

Ora ho un cardatore classico con il corpo in plastica e le setole in metallo, ma poiché è un oggetto che uso con frequenza e non è usa e getta, in questo caso tollero anche il suo corpo non proprio “naturale”.

Spazzolino, dentifricio e latri rimedi

Molti cani danno per scontata la propria igiene orale, ma poiché la bocca è il nostro strumento per esplorare il mondo, c’è bisogno di tenerla pulita per evitare gengiviti e caduta dei denti. La mia umana mi aveva regalato uno spazzolino in bambù, ma io lo confondevo coi legnetti del parco e lo masticavo, quindi ora utilizza un apposito ditale di microfibra riutilizzabile. Esistono anche quelli usa e getta, ma te li sconsiglio perché vanno contro lo scopo di ridurre i rifiuti e risparmiare.

Il dentifricio, in questo caso, deve essere per forza specifico perché quello per umani per noi è tossico come lo sono diverse sostanze innocue per i nostri amici ma poco adatte a noi. Io ne ho uno al sapore di carne che adoro, ma purtroppo viene venduto solo in plastica.

Spazzolino e dentifricio andrebbero usati quotidianamente anche da noi, ma quando il tuo umano si dà alla pigrizia, puoi chiedergli uno stick dentale. Io li acquisto nella confezione più grande che trovo, per ridurre il mio impatto ambientale ed alternarli al dentifricio (così un tubetto dura di più). Inoltre, gli stick sono spesso totalmente vegetali, quindi la mia paw-print si riduce ulteriormente.

Ciclo mestruale ecologico per cani

Come sai, io sono una femminuccia, quindi una volta sono andata in calore e questo ha comportato un ciclo mestruale molto lungo, in cui le perdite durano circa due settimane.

Questo può essere un momento di grandi sprechi, soprattutto se vivete con umani poco esperti. Io sconsiglio pannolini e assorbenti per cani: costano tantissimo, sono fastidiosi e poco resistenti (quelli omaggio del veterinario li ho sbranati facilmente). Inoltre, inquinano esattamente quanto quelli per umani.

Io ho utilizzato una fantastica mutandina riutilizzabile con gli inserti intercambiabili. Era comoda, resistente e non mi dava fastidio. L’inserto va cambiato circa una volta al giorno e può facilmente essere lavato a mano o in lavatrice. Consiglio di tenerla sempre in casa anche alle cagnoline sterilizzate, potrebbe comunque tornare utile in futuro! Fammi sapere se ti interessa una recensione più completa.

Attività #WalletFree per cani zero waste

Vorrei partecipare anche io alla #WalletFree challange dell’Agenda della Fortuna di Agosto, ricordando a voi e ai vostri umani che noi cani zero waste possiamo fare un sacco di attività divertenti e gratuite!

  • Aperitivo dei cani zero waste: io mi trovo spesso in area cani con altri pelosetti verso sera. Per noi socializzare è molto importante! Dopo una bella corsetta per tenerci in forma, sgranocchiamo legnetti e beviamo tutti dalla ciotola dell’amicizia.
  • Home spa: insomma, non c’è niente di più rilassante ed economico delle coccole a casa. Vi consiglio di provare il trattamento grattini dietro le orecchie o sulla pancia, sono il top!
  • Tiro al guinzaglio: è un gioco molto divertente in cui io corro fortissimo appena esco di casa e la mia umana deve cercare di fermarmi per non farmi finire sotto una macchina o travolgere i passanti. Sì, è uno sport estremo, ma io amo l’adrenalina.
  • Passeggiate in centro: ho bisogno di movida e per tenere viva la mia vita sociale, esco almeno due volte al giorno a fare una passeggiata in centro quartiere. Ogni tanto incontro anche qualche cane sexy… (si può scrivere su un blog?!)
  • Human-watching: soprattutto in estate, adoro appostarmi sul balcone e osservare la particolare fauna dei passanti. Gli umani hanno comportamenti molto particolari, che mi tengono impegnata per ore.
  • AllenaMente: io da piccola ho portato a scuola la mia umana, aveva una maestra privata molto brava che le ha insegnato le basi della “premiettologia”, la scienza di come darmi premietti a comando. Ogni tanto devo fargliela ripassare, sennò se la dimentica.

Cosa hanno in comune tutte queste attività? Che sono super divertenti ma rispettano anche l’ambiente a costo zero, perché noi cani zero waste viviamo proprio ad un palmo da terra, quindi per noi l’inquinamento è un affare serio.

#ZampaEcologica

Spero che il mio articolo ti sia piaciuto, se tu e il tuo umano avete domande o consigli da darmi, resto a disposizione. Ricorda di usare l’hashtag #ZampaEcologica per condividere i consigli e farmi sapere se ne vorresti leggere altri in futuro!

Link utili

Loredana è una Copywriter e Social Media Manager. Ha la passione per la scrittura, i libri e le serie TV. Non potrebbe vivere senza Mila, la sua dolce cangnolina.

Lascia un commento